Crea sito

Riabilitazione Psichiatrica

La Psicologia della Riabilitazione Psichiatrica

La psicologia della riabilitazione psichiatrica è una branca specialistica dello psicologo.
Lo psicologo esperto in psicologia della psichiatrica, non è uno psichiatra, ma è uno psicologo esperto in grado di:

  • Identificare i bisogni fisici, psicologici e sociali e valutare la necessità di aiuto delle persone di diversa età, cultura e stato di salute nei vari ambiti sociali;
  • Valutare il disagio psicosociale, la disabilità psichica collegata alla malattia mentale e le potenzialità del soggetto;
  • Analizzare bisogni ed istanze evolutive e rilevare le risorse del contesto familiare e socio-ambientale;
  • Identificare i bisogni di assistenza socio-riabilitativa del singolo paziente, dei suoi familiari e del contesto sociale, con particolare riguardo a quei soggetti affetti da disturbi dell’invecchiamento precoce, altre malattie croniche invalidanti, disturbi di dipendenza da sostanze, malattie infettive con manifestazioni psicopatologiche (AIDS);
  • Identificare gli elementi che stanno alla base del progetto terapeutico riabilitativo per inserirsi attivamente nelle fasi di: a) identificazione dei problemi, b) scelta delle priorità, c) individuazione degli obiettivi educativi e riabilitativi, d) scelta degli interventi in relazione alle competenze professionali, e) identificazione dei criteri e dei sistemi di valutazione dei risultati raggiunti;
  • Attuare interventi riabilitativi per la cura del sè, delle relazioni interpersonali, dell’attività lavorativa e dell’autonomia abitativa, adattandoli alla persona in carico e al contesto operativo;
  • Monitorare, prevenire e affrontare situazioni critiche relative all’aggravamento clinico e psicologico della persona, attivando tempestivamente anche le altre figure professionali necessarie per la gestione della crisi;
  • Operare nel contesto della prevenzione primaria sul territorio al fine di promuovere le relazioni di rete, per favorire l’accoglienza e la gestione delle situazioni a rischio e delle patologie manifeste;
  • Realizzare interventi di educazione alla salute mentale, rivolti a persone singole o a gruppi, ed interventi di educazione terapeutica finalizzati all’autogestione del disturbo, del suo trattamento e della riabilitazione;
  • Operare con le famiglie e con il contesto sociale dei soggetti per favorirne il reinserimento nella comunità;
  • Stabilire e mantenere relazioni di aiuto con la persona assistita, con la sua famiglia applicando i fondamenti delle dinamiche relazionali;
  • Agire in modo coerente con i principi legali, etici e deontologici, che regolano l’organizzazione sanitaria e la responsabilità professionale;
  • Contribuire ad organizzare l’assistenza riabilitativa globale attraverso la definizione di priorità e l’utilizzo appropriato delle risorse a disposizione assicurando la continuità e la qualità assistenziale;
  • Utilizzare strumenti e metodologie di valutazione e revisione della qualità dell’assistenza per la valutazione degli esiti dei programmi di abilitazione e di riabilitazione nei singoli soggetti in relazione al loro contesto sociale e agli obiettivi prefissati;
  • Applicare i risultati della ricerca in campo riabilitativo per migliorare la qualità dell’assistenza attraverso l’aggiornamento e la formazione continua;
  • Dimostrare capacità didattiche orientate alla formazione del personale di supporto ed al tutorato degli studenti in tirocinio;
  • Riconoscere e rispettare il ruolo e le competenze proprie e degli altri operatori dell’equipe socio-assistenziale stabilendo relazioni collaborative;
  • Interagire e collaborare attivamente con equipe interprofessionali al fine di programmare e gestire interventi educazionali e riabilitativi multicontestuali;
  • Formare e supervisionare l’equipe psichiatriche alla relazione di cura sia con il paziente, che con il suo contesto familiare, socio-lavorativo e ambiantale, e sia alle relazioni di cura delle equipe multidisciplinari coinvolte nella cura del paziente psichiatrico.
Ultimi Articoli