Crea sito

ARGE & APAM: “MUOVIAMO L’EDUCAZIONE”

volantino apam

APAM propone per l’anno scolastico 2016/2017 un nuovo progetto di educazione alla mobilità sostenibile rivolto alle scuole per sensibilizzare i giovani sui vantaggi dell’utilizzo del mezzo pubblico ma anche per educarli al rispetto del bene pubblico e degli altri, siano essi gli operatori di servizio o i compagni di viaggio.
Il progetto intende valorizzare l’utilizzo del bus come miglior mezzo di trasporto per effettuare il tragitto casa – scuola/lavoro ma anche come mezzo alternativo da utilizzare nel tempo libero.
L’obiettivo di stimolare i ragazzi a cambiare l’approccio rispetto al trasporto pubblico si configura in un più ampio disegno di promozione di tutti i sistemi di mobilità alternativa all’auto privata, propedeutici al rispetto del bene pubblico inteso anche come riduzione del traffico cittadino, abbassamento dell’inquinamento atmosferico e
acustico e miglioramento della qualità della nostra salute.
Si vuole inoltre consolidare il rispetto degli altri “abitanti” dell’autobus, dall’autista ai compagni di viaggio.
Entrambi gli aspetti sono riconducibili alla pluriennale attività che APAM svolge per educare e prevenire i fenomeni di vandalismo e bullismo.

Destinatari del progetto

Le scuole secondarie di I e II grado saranno le beneficiarie del progetto che APAM propone gratuitamente per l’anno scolastico 2016/2017.

Struttura del progetto

Il progetto si articola in un’unica proposta per le scuole secondarie di I e II grado ed è suddiviso in più fasi: nella prima fase verranno presentati e somministrati gli strumenti di gestione della classe nel quotidiano e nelle emergenze; la seconda fase sarà dedicata alla produzione in classe di temi inerenti a episodi di bullismo o vandalismo da trattare in un incontro dedicato; la terza fase prevede un ultimo incontro in classe per l’analisi delle abitudini di spostamento e dei vantaggi della mobilità sostenibile, con l’invito a tutte le classi a produrre un cartellone riepilogativo del lavoro fatto. La quarta fase coinciderà con la partecipazione all’APAM Open Day 2017 dove gli studenti diventeranno protagonisti attivi dell’evento.

L’articolazione del progetto potrà essere discussa con gli operatori ed eventualmente adattata alle esigenze delle classi; la partecipazione a tutte le fasi non è obbligatoria.

Partner

Il partner individuato per effettuare il progetto scolastico 2016/2017 “Mobilità rispettosa” è ARGE, un’associazione di professionisti che opera da molti anni in progetti formativi all’interno delle scuole, con particolare competenza sulle tematiche di bullismo e vandalismo.

Informazioni e iscrizioni

030-9140064 oppure [email protected]

 

Nuove attività nella sede ARGE di Castel Goffredo

volantino co baby

In questo momento socio-culturale di crisi, quindi di cambiamento

  • essere donna è difficile. Se fino a cinquant’anni fa la donna aveva un ruolo e dei compiti ben precisi, definiti, e stabili ora non è più così, la donna non ha più un ruolo e dei compiti ben definiti, ma che variano in base al contesto di riferimento. Essere donna lavoratrice è complesso, essere donna lavoratrice e mamma è ancora più complicato,…

  • diplomarsi e trovare un lavoro nell’arco di pochi mesi è quasi un’utopia,

  • perdere il lavoro dopo anni di sacrificio, magari con una famiglia , magari con un mutuo è quantomeno demotivante

Questo progetto mira a favorire la conciliazione famiglia lavoro, ma anche l’inserimento/reinserimento lavorativo di soggetti in difficoltà temporanea (disoccupati, ragazzi under 30, esodati, neomamme) grazie alla presenza di psicologi che possono orientare i lavoratori nelle scelte da intraprendere, promuovere corsi di formazione, aiutare il gruppo di lavoro ed individuare modalità di collaborazione efficaci ed efficienti per lavorare in un ambiente collaborativo e stimolante, più in generale rimettersi in gioco. Uno psicologo del lavoro, tutor di riferimento, in una fase iniziale, aiuterà il fruitore del servizio ad individuare e rendere consapevoli i suoi desideri, i suoi bisogni, le sue aspettative, confrontarli con le sue competenze attuali, adattandole al contesto famigliare e socio-lavorativo di appartenenza, con l’obiettivo di definire un progetto lavorativo concreto, attuabile ed efficace. Il vantaggio nasce dalla possibilità di confrontarsi con altri workers. La dimensione gruppale permette infatti lo scambio di idee, il supporto da parte del gruppo e del tutor di riferimento, avvalendosi delle esperienze lavorative pregresse e delle conoscenze dei membri, che possono facilitare anche il problem-solving. Riteniamo valore aggiunto l’incontro di professionalità e sguardi differenti, poiché è solo dalla diversità che può nascere il nuovo. Questa soluzione permette di usufruire di uno spazio e servizi in cui dedicarsi al proprio lavoro a prezzi contenuti, nel costo è compreso: utenze, telefono, wi-fi, stampante, spazio per archivio, accesso area cucina/relax, free tea/coffee. Gli spazi sono accessibili dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 19 con soluzioni flessibili.

Per i nostri workers è possibile lavorare in un ambiente attiguo ai propri figli grazie all’attivazione di un servizio educativo a ore per bambini da 0 a 14 anni con professionisti specializzati.

Tale servizio è però accessibile a tutta la comunità:

i nonni sono impegnati e non possono accudire i nipotini?

vuoi fare un corso ma non sai a chi affidare i tuoi figli?

non ti fidi della suocera?

o più semplicemente vuoi del tempo da dedicare a te?

Siamo ben lieti di accogliere, accudire il tuo bambino e fargli trascorrere delle ore gioiose attraverso attività ludico-ricreative, educative e psicologicamente orientate.

Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 19 con soluzioni flessibili. Possibilità di usufruire di consulenze psicologiche/pedagogiche a prezzi agevolati.

Ultimi Articoli